accedi   |   crea nuovo account

Esortazione per il Nepal

Come castelli di sabbia
messi su da mani inesperte
di bimbi innocenti,
vengon giù palazzi,
e nel loro crollo,
quei stessi bimbi
rimangon prigionieri,
è questione di attimi
per salvarli dalle macerie,
che non conoscono pietade,
e oltre a loro i genitori,
e parenti tutti.
Invoco qui tutti gli utenti
di questo sito,
in ginocchio pregare la Maria,
affinché ascolti
la Preghiera Nostra Sincera,
e porti nel Nepal
di nuovo il sereno.

 

0
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 04/05/2015 21:50
    Appello pieno di sensibilità, per una tragedia immane, che io leggo solo adesso, tuttavia ognuno di noi esprime a suo modo gioia e dolore, né si può leggere con facilità nell'anima. Dunque io non giudico.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/04/2015 05:22
    rispetto alle immane forza della natura tutte le nostre costruzioni sono castelli di sabbia.. Mi unisco a questa preghiera per il Nepal e ne aggiungerei una.. rimanendo in zona.. una anche per il Tibet.. colpita da un altro tipo di terremoto.. non si contano più i tibetani che si immolano alle fiamme (forse 130 e più ) .. per attirare l'attenzione del mondo.. su questa invasione e distruzione di una cultura.. di una religione.. e di un popolo.. probabilmente la reincarnazione del prossimo Dalai Lama.. sarà cinese..

    ...

    Si Don.. troppi nostri bambini.. rimangono vittime delle macerie del mondo..

    ...
    Io penso che ogni poeta.. di un certo livello.. obbedisce nello scrivere i suoi testi.. ad una coscienza superiore..

    ,,,,

    in quanto alla nota su Dora ( ho sempre detestato questo la.. davanti ad un nome femminile ) .. potevi risparmiartela.. come anche io potevo stare zitto.. e non farlo notare..
  • Rocco Michele LETTINI il 28/04/2015 03:10
    Una preghiera che si fa messaggio... Straordinario Don...
  • Marysol il 28/04/2015 00:11
    La tua preghiera Don, è arrivata dritta al mio cuore, mi unisco a te, prego e invoco la Grande Madre affinché in quella terra si torni a sorridere

2 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 27/04/2015 18:33
    ... se fossi come la Dora Forino, mi metterei fra i preferiti.
  • Don Pompeo Mongiello il 27/04/2015 18:28
    Qui mostrate la vostra vera sensibilità, il vostro vero essere. Qui non si tratta della mia persona. Non dovete crederci, ma Maria stessa, Madre divina, mi ha chiesto di fare questo. E io l'ho fatto. Arde la candela vicino ad una croce di legno fatta con le mie stesse mani.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0