PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

In extremis

Ne le acque di Trinacria no barcone jeva,
portava gente di colore come schiavi nuovi,
vedendo na nave, tutti da na sola parte steva,
e lo barcone affondando, regalò cadaveri nuovi.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 30/04/2015 09:35
    In exstremis davvero... Versi che parlano...
  • Vincenzo Capitanucci il 30/04/2015 09:21
    un vecchio problema.. vecchio come il mondo.. la miseria.. che nessuno vuole veramente risolvere.. ogni giorno porta sempre cadaveri nuovi.. e negli occhi.. polvere..

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0