username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Se solo

Se solo, la mia gardenia
che profuma e fende la luna
con il suo candore
solo qui ed ora
potesse arrivare a chi
mi ha fatto sentire il
profumo di un fiore
Se solo l'uomo
il suo spirito e il
suo corpo...
Colui che mi fa
scrivere queste
parole
potesse sentirle...
Cosa saranno le
mie parole
se mai resteranno nel
mondo
Se mai fra un secolo
qualcuno le avrà
Avranno una vita più lunga della
mia
e mai saprò
Ho bevuto solo dalla fonte
e mai arriverò
nel mare.

 

3
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/05/2015 18:19
    Un cuore 💖 che soffre, un animo indifferente ad un amore 😘 sincero, eterno... Un poetar tanto puro quanto sentito... Lieta sentita.

6 commenti:

  • Sabrina C. P. il 06/05/2015 10:27
    Ciao! Gianni. Hai centrato il mio stato d'animo...
  • Gianni Spadavecchia il 06/05/2015 06:22
    Una chiusa quasi piena di rammarico;questa poesia dà forza e nel contempo un pizzico di rassegnazione.
    Molto bella, tutti gli elementi di questa opera sono puri, veri, vitali.
  • Sabrina C. P. il 04/05/2015 13:40
    Non se se dire di essere contenta oppure no che lei abbia scelto proprio un mio scritto per esplicare un pensiero, Florian... Non so che dire
  • Florian il 03/05/2015 22:57
    Faccio sempre fatica a commentare una poesia, perchè non capisco quale possa essere un criterio per fare una bella o una brutta poesia.
    Le poesie che piacciono a me so distinguerle, perchè sono quelle che esprimono sentimenti che io ho provato, ma non è certo questo il criterio per una buona poesia.

    forse le buone poesie sono quelle che consentono all autore di espimere quello che prova, come in questo caso, come in tutti i casi.

    non so proprio dire cosa sia una bella poesia.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/05/2015 18:21
    Scusami... Settimana
  • Vincenzo Capitanucci il 03/05/2015 16:53
    perpetuare il proprio candore.. aldilà noi stessi.. in parola.. e saprò che il brivido bevuto alla fonte.. sia giunto al mare dell'ascolto.. molto bella Sabri..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0