username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Umanita'

arida umanita'
che hai rubato il mio calore e che
mi hai costretto al tuo volere
privandomi della mia liberta'.

immensa umanita' che ti nutri di avidita' per
distruggere i valori di chi a te si chinera'.

cara terra ferma e rigida come un marmo
chi ha potuto ridurti cosi'?
chi ha rubato il tuo fertile corpo di colori esplosivi?
chi si e' arricchito a tue spese?
solo tu riuscivi a riempire di pura essenza il cuore di chi soffre come te
e di chi come te si e' privato d'amore e spensieratezza..

grazie a te avida umanita' che sei
riuscita a privare tutte le creature del'abbraccio dolce del sole rendendole aspre e secche come un frutto acerbo fuori stagione.

errori dell'uomo che gode di ignoranza pura e si
rallegra del suo potere, ma non sa
che un giorno anche lui cadra' nel fango privo d'ossigeno.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sabrina C. P. il 13/05/2015 16:00
    Un testo ingiustamente ignorato

2 commenti:

  • ANDREA il 13/05/2015 23:24
    ti ringrazio sabrina sei sempre la dolce verita', ti ringrazio vivamente
    da andrea
  • Sabrina C. P. il 06/05/2015 10:35
    uno spaccato di amara realtà ben decantato...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0