username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A mio figlio

Negli occhi sei comparso all'improvviso,
dissipando la nebbia fitta e nera
che da tempo avvolgeva cupa a sera
quando chiudevo gli occhi sul tuo viso.

Sul filo teso il tempo era un avviso
che mi teneva allerta perché c'era
la più convinta attesa, la più vera
di rivedere ancora il tuo sorriso.

M'illuminano il cuore gli occhi belli,
pieni di tenerezza e d'allegria;
ricopro di carezze i tuoi capelli.

Ho già scordato i pianti più ribelli,
l'acuta sofferenza e nostalgia
d'una catena d'oro a mille anelli.

Il cielo si è squarciato e t'ho rivisto,
la pace e la mia gioia riconquisto
con te lieto e presente.

 

6
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marco Galvagni il 05/06/2015 22:36
    L'amore di una madre per il figlio questa volta si concretizza in una poesia bella e toccante che si presenta come un crescendo di tensione che trova il suo apice proprio nella chiusa.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/05/2015 08:43
    Tra Mamma e Figlio.. come tra anima e corpo.. una catena dai mille anelli d'oro... il cielo si è squarciato.. come un velo posato sulla coscienza.. e la mia gioia innata riconquisto..-
  • Rocco Michele LETTINI il 05/05/2015 06:28
    Una dedica eccezionale... è la perla affetto che brilla nello scrigno cuore di una madre adorabile... LIETA GIORNATA

5 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 06/05/2015 06:17
    L'amore per un figlio, la gioia di vederlo sempre, senza pensare agli errori o ai momenti bui.
    Perchè è lui la luce che illumina il tuo sentiero. Piaciuta.
  • Sabrina C. P. il 05/05/2015 12:29
    Bellissima poesia... Cara Verbena.. Mi tocca molto
  • Verbena il 05/05/2015 11:32
    Grazie!
  • Antonio d'Abbieri il 05/05/2015 09:06
    È il destino delle madri (e dei padri) attendere in ansia il ritorno dei figli, misurare il tempo, soffocare il pianto e convivere con la morsa che stringe lo stomaco per giorni. Finché d'improvviso tornano riportando pace e gioia nel nostro povero cuore.
    Complimenti. È molto bella per il contenuto e per la metrica.
  • roberto caterina il 05/05/2015 07:18
    Bella e coinvolgente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0