PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viaggi di lavoro

Era di marzo:
l'aria soffiava
con attitudine savia
e tanta attenzione
al carattere mesto
del gente del posto.

Anche supposto
un affare proficuo
l'esborso
era esiguo
e il vantaggio sicuro.
S'appaiavano
un avanzo
di dura memoria
e una boria attutita ma viva.

Ci accomodammo
in via Salvetti
da zia Teresa.
Inutile dire
che si stava in sospeso
e si cercava risparmio.
Forse era Cervia
o forse Forlì.
Dopo Ancona
era neve continua.
Il giorno seguente -
altro santo
sul calendario -
si proseguì
per Sulmona
lungo la costa -
sul nero binario
e sull'arido sasso
d'Abruzzo.

La scorza sanguigna
si smorza
in canto
non rassegnato.
Qui sono tutti
di o de Qualchecosa.
Al ritorno assonnati
sbagliammo la strada
vicino a Milano.

Viaggio inconcludente -
o non era niente?
La legna continua

123

l'autore Walter Tresoldi ha riportato queste note sull'opera

È storia vera.
Ambientazione anni'80. Argomento: distribuzione di software, informatica agli inizi dello sviluppo caotico. Sogni e disillusioni.


0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0