accedi   |   crea nuovo account

Un ricordo ha poca clemenza

Mi sei apparso all'improvviso,
ero con la testa in un blues spinto,
non mi aspettavo davvero un salto indietro,
non mi aspettavo d'incontrarti sul serio.
Cazzo padre, sono quindici anni
che non sentivo la tua voce,
la tua lucida ammissione
d'impotenza e di vecchiaia
che non si ferma mai
neppure davanti all'evidenza!
Mi ringrazi come tu ringrazi,
non mi riconosci neppure più
e forse, forse ti stupisci
ch'io sia quella che sei tu.
Ora la macchina fila via
come le lacrime sulla guancia mia
ci sono trattati d'intelligenza
per spiegare che un ricordo
ha poca clemenza!

 

4
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 12/05/2015 06:26
    Veramente bella questa poesia, degna di un grande poeta.
  • roberto caterina il 12/05/2015 01:57
    Un ricordo può avere a volte troppa clemenza (tendenza autoassolutoria) a volte, come in questo caso, troppo poca, fa mutare d'improvviso l'espressione della faccia...
  • Rocco Michele LETTINI il 11/05/2015 19:10
    SEMPRE UN ACUTO VERSEGGIARE... CHE È LA TUA FORZA DI DONNA VINCENTE...
  • Don Pompeo Mongiello il 11/05/2015 17:33
    Non sempre i ricordi portano gioia, ma si poteva evitare il c.. padre, per dimostrare che non appartieni a quella razza. Cmq bellissima.

6 commenti:

  • silvia leuzzi il 22/05/2015 09:01
    Un abbraccio Gianni e di nuovo grazie a tutti
  • Gianni Spadavecchia il 21/05/2015 19:49
    Verissimo, i ricordi sono senza clemenza e colpiscono come frecce che non vedi partire.
  • silvia leuzzi il 12/05/2015 18:54
    Continuo a ringraziarvi amici poeti
  • Stanislao Mounlisky il 12/05/2015 09:55
    Una poesia dura, nata da un incontro che ti ha posto pietre aguzze nel cuore...
  • silvia leuzzi il 12/05/2015 08:47
    Grazie amici cari. Pompeo so che come parola " c... " sembra brutta ma è la vita vera che è spesso aspra e volgare e ci fa soffrire. Grazie ancora sono molto felice dei vostri commenti
  • Vincenzo Capitanucci il 11/05/2015 18:36
    dopo 15 anni ogni esclamazione è lecita.. ora la macchina.. come una lacrima fila via.. molto toccante Silvia.. come quasi tutte le Tue.. lasciano un segno a volte un graffio n chi le legge..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0