PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fratelli tutti

Squillano le trombe,
tacciono li cannoni,
no pianto lo incanto rompe,
ma finisce con belle canzoni;

lo Piave scorre ancora,
ma lo fante ormai non si bagna,
prende la lenza ora
e na trota de ciappar se degna;

ne le su' mani al fin finisce,
la rigetta poi ne le fluttuanti acque
de no fiume che ormai ci unisce.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 17/05/2015 12:50
    Con te... tutti fratelli nel cuore e nell'animo...
    Edificherebbero l'Eden terreno i tuoi sentimenti Don...
  • Vincenzo Capitanucci il 17/05/2015 07:46
    Il Piave ha insegnato al fante il dolore e la morte.. ed in lui si è risvegliato l'infante.. ha visto troppo sangue.. ora si sente uno con ogni creatura del creato..

2 commenti:

  • Ellebi il 17/05/2015 13:09
    Sono cent'anni dal Piave che vide una sanguinosa ed eroica difesa della "Patria" ( che non ebbe più a ripetersi) ma ancora gli italiani diffidano di questo concetto, così non abbiamo ancora una Patria condivisa, ma "parti" caratterizzate da faziosità tristi. Un saluto.
  • Walter Tresoldi il 16/05/2015 20:44
    Ancora una terzina e la bella poesia diventerebbe un bel sonetto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0