PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mille

Questo non sapere
questo non conoscere
che fa sorridere molti
è la nostra umiltà vera
che ci fa alberi spogli
di fronte alla creazione

passaggio non ovvio
testimonia l'eccesso
della luce che presta
mille suoi giorni di primavera
a chi è così vicino
all'autunno.

Ogni contratto chiede colori
e dà in cambio l'erba che cresce
saggia
ai margini dei fiumi
e delle bufere di neve
quando si è ancora studenti
e si ha freddo.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 18/05/2015 10:50
    Alberi spogli innanzi alla creazione...
    E il tuo poetar si fa maestro di vita... Buona giornata Roberto...

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 18/05/2015 11:41
    il non sapere è la nostra umiltà . e spogliandoci ci veste di mille primavere.. l'erba cresce.. ai margine del grande fiume.. ma si ha ancora freddo..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0