PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Capitanucci, Ungaretti, Eliot... ed io

... in poesia...
se da eterno
VUOI esser rapito
leggi tra le righe
moltiplica le letture
guarda dietro ad ogni immagine
e lasciati accompagnare dal TUO cuore
nel bussar interno delle parole...
(Vincenzo CAPITANUCCI)

<=>

Poesia
è il mondo l'umanità
la propria vita
fioriti dalla parola
la limpida meraviglia
di un delirante fermento.
(Giuseppe UNGARETTI)

<=>

La poesia non è un modo di liberare l'emozione, ma una fuga dall'emozione; non è un'espressione della propria personalità, ma una fuga dalla personalità. Ma, naturalmente, solo coloro che hanno personalità ed emozioni sanno cosa significa voler fuggire da queste cose.
(Thomas Stearns ELIOT)

<=>

'Na vena scorre
nitido sentimento.
Secoli lindi!
(Rocco Michele LETTINI)

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesco Andrea Maiello il 22/05/2015 04:49
    ... e la poesia riflette in versi... la luce dell'anima con... la voce del cuore...
  • roberto caterina il 21/05/2015 19:44
    nei secoli lindi e nitidi c'è questo bussare interno dell parole...
  • Vincenzo Capitanucci il 20/05/2015 07:15
    un fiorir di parole... a preparare secoli lindi.. fuggire.. fuggire.. in delirante fermento.. da eterno rapito..

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0