username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ora come allora

Ora come allora
tra le braci palpitanti del tramonto
che rischiarano d’infinita meraviglia
e luce incandescente l’orlo del mondo
dissemino i miei sogni in mirabolanti
e caleidoscopici frammenti

come tizzoni ardenti di mai sopita attesa
avvampano nel fondo terso del cielo
che balugina estremo in faccia
al buio inchiostro della notte
in esili refoli profumati
di chimeriche fragranze
si disperderanno oltre il confine
al di là del quale altri cieli
li accoglieranno tra le proprie
inesplorate, imperscrutabili rotte
e sconosciuti riflessi di inviolate stelle
ne illumineranno l’incerta scia

ora come allora
accanto all’ombra incerta del mio pensiero,
che tra le onde smeraldo di questo prato
il tormentato divampare affresca,
il barbaglio sfavillante
di pupille sempre accese

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 12/11/2007 10:34
    Poeta interprete dei suoi valori estetici espressi in forma lirica, nitida nel congegno, costruita con attenta larghezza di strutture sintattiche e musicali.
  • Gabriella Salvatore il 06/11/2007 22:13
    sogni disseminati dispersi nel cielo, ma non perduti, portati dal vento, raccolti da altri cieli sempre eternamente brillanti, bellissima e bravissimo tu

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0