username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'equilibrio

Senza veli con le infradito ai piedi
cammini tra due alte cime alpine,
ma sopra un filo di lenza tu procedi
con la bora tra i capelli come spine.

Non guardare giù se di vertigini soffri,
come se il resto non fosse già ostico
alla futura morte niente tu offri
tranne forse un uomo spastico.

Cader giù può avvenire in un baleno
e appigli ti sembra forse di vedere,
ma attento che non siano come il veleno
così sai già che potrà succedere.

La vita è sempre in un precario equilibrio,
aiuti valevoli non ne vedrai molti,
quindi sarà facile perdere l'equilibrio
e cadere così nella terra dei morti.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0