accedi   |   crea nuovo account

Mare grosso

Cristallo verde, blu e turchese, il mare
col suo incessante, intenso moto ondoso;
spinto dal vento si alza ed è maroso,
va rocce di scogliere a schiaffeggiare.

Navi e natanti stanno a faticare,
in lotta con il turbine furioso
che s'avventa con forza e tempestoso,
impedisce violento, il navigare.

Cupo s'abbassa il cielo e fa paura,
nessuno a riva può voler nuotare,
bisogna rispettare la Natura

anche quando si esprime con violenza;
è madre e non si può rimproverare,
è sempre lei ad avere la pazienza.

L'uomo non sa capire il suo mistero,
pensa di dominarla col pensiero.

 

1
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • antonina il 24/05/2015 20:40
    Il tema è molto interessante. L'uomo, con il pensiero e spesso con azioni di poco rispetto, tende a maltrattare la natura, senza rendersi conto che uomo e natura sono legati in maniera indissolubile. È pur vero che la natura può essa stessa scatenare fenomeni improvvisi e devastanti senza che l'uomo possa opporsi."e' madre non si può rimproverare"...
  • Antonio d'Abbieri il 24/05/2015 09:58
    È l'eterna lotta tra l'uomo e la natura. Ci vuole rispetto per la grande madre di cui non capiamo a volte il mistero. Ma ci vuole anche intelligenza e coraggio per sviluppare un "pensiero" che tenti con SAGGEZZA di superare i nostri limiti e forse vivere meglio. Questo è il progresso. Navi e natanti che stanno a faticare sono frutto di quel pensiero. Grazie per questo bel sonetto che parla di natura e saggezza. Buona giornata, Antonio
  • Vincenzo Capitanucci il 24/05/2015 06:50
    bellissima Verbena.. mi ha portato in mente Mallarmé . perché tempesta con tutta la tua violenza.. ti accanisci sul fianco bambino di una sirena.. ?
  • Rocco Michele LETTINI il 24/05/2015 04:37
    Una mirabile constatazione in chiusa per avallare quanto decantato... Lieta Domenica Ver...

1 commenti:

  • Antonia Casagrande il 24/05/2015 16:05
    Un testo molto significativo che dimostra l'impotenza dell'uomo davanti ai fenomeni naturali. Poesia piacevole e scorrevole alla lettura.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0