PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il messia

Mi domando perché
nessun messia sia nato
vicino a casa mia.
A Milano per esempio
oppure a Bari
anche a Lubecca magari.
Invece guarda caso
vengon tutti dall'oriente
dove pochi han tutto
e tanti nente.
A sentir il telegiornale
tra morti suicidati
attentati e morti ammazzati
c'è solo da star male.
Si vede che laggiù c'è certa gente
(e poco importa da che parte stia)
che per ammazzarsi quotidianamente
ha sempre bisogno di un messia.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 27/05/2015 18:11
    perché nessuno è profeta a casa sua.. ancor meno per il suo maggiordomo.. o per il suo vicino.. o per se stesso.. gli ori dell'ente nascono ad Oriente.. nel luogo in cui il Sol,.. solleva il suo Si-par-io.. ma poi basta un religioso niente per scannarci nelle ombre del niente.. bella Franco..
  • Rocco Michele LETTINI il 27/05/2015 14:34
    Espressione di uno scorrere terreno che non va... molte ingiustizie... molti tormenti... molte amarezze... Intenso et acuto verseggio profondamente meditato... La mia serena giornata Franco...
  • Verbena il 27/05/2015 14:12
    Amare ed acute parole per dire una realtà drammatica. Il Messia è nato al centro della Storia, in un luogo dove affondavano le radici bibliche, nel tempo in cui il Signore Iddio comunicava col suo popolo. Oggi abbiamo Maria, Madre mediatrice, che si degna di farci visita ogni giorno ma tutto è come allora: sono pochi coloro che riconoscono l'Evento, pochi che ci pensano, che l'aspettano, che l'ascoltano. Belli i tuoi pensieri.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0