username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Al pascolo

Senza fiato trovommi al pié del monte
quando me parve de veder n'angiolo
che fra me e lo cielo pose no ponte
ma fra le mani avevo sol no pollo;

comunque la vision trovò la fonte
ne lo Pietro co le chiavi e me solo
il tutto bruscamente andò a monte
lasciandomi l'amaro de lo dolo;

il belare de la bella pecora
del tutto svegliandomi seppi de esse
uno vecchio e buono pastore ancora;

mentre beata brucava l'erba essa
miravo lo ire de na bianca nube
e tutto ciò ad essa già connessa.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 28/05/2015 13:45
    Un sonetto straordinario... costrutto col la tua maestria di sempre... È come... guardarlo dal vivo... questo tuo decanto... IL MIO ENCOMIO DON

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0