PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'icona fondibile

Tra
il familiare Sono io

ed
il sentirsi immediatamente riconosciuti dal semplice tono della voce
senza aver bisogno di aggiungere nessun altro nome

e l'inconfondibile
Io sono

c'è
di mezzo

lo scroscio di una gigantesca onda celeste

un chiodo
udito
nelle proprie carni

una carezza da brezza elargita

ed
il marchio improvviso di una crocifissione risorta

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 29/05/2015 13:39
    Un serto più che meritato per questa tua straordinaria.
  • Rocco Michele LETTINI il 29/05/2015 06:40
    Scusami Vincè... inconfondibile... volevo digitarla: incoFONDIBILE...
  • Verbena il 29/05/2015 03:27
    Versi di significato profondo che vanno a sfiorare il mistero della vita al di sopra d'ogni realtà. Solo chiodi sprigionano luce di Resurrezione.

1 commenti:

  • Rocco Michele LETTINI il 29/05/2015 06:37
    ICONA inconfondibile... direi del nostro reale OGGI... Maestria... acume... e perché non mettere anche acutezza... caratterizzano questo tuo straordinario verseggio... LIETA GIORNATA VINCENZO...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0