PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Masse razionali inquiete d'infinito

Amarti
è
ascoltare lo sciabordio del Tuo corpo ondoso nel vento chiaro di una luna a stelle

ma se piccola d'onda e inquieta d'infinito
essere pronto ad accarezzare con mano sicura la quiete tempesta dei Tuoi respiri ansiosi

Amarti
è
colorare con il colore della mia anima il Tuo cielo

mentre lacrimante stendi il bucato nella nursery di un giorno grigio

Amarti
è
avere una stella nel buio della notte ed esserne cosciente

Amarti
è
creare uno scompiglio danzante nel Tuo ordine

farti rispuntare tra i capelli quel ricciolo ribelle che ornava la fronte della Tua gioventù

anni spensierati

umidi

a volte
drammatici

e
farti dimenticare stasera l'urlo dei piatti nel lavello dopo una cena a luce di candela

Per esprimerti tutto questo ho solo una armonica a bocca
e
un paio di sandali nuovi

Amarti
è
non sentire la lavastoviglie che hai messo in moto e continuare a suonare slegandoti dalla grammatica dei punti a capo

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0