accedi   |   crea nuovo account

Silenzi

Una volta c'eran voci
erano forse sbagliate
noi ridevamo
e questa era vita

Un tempo
passavamo notti in bianco
si litigava
anche al chiaro di luna
e questa era vita

Adesso il silenzio
non c'è più nessuno
io ho qui
le mie radici
tra i ricordi
il solito dolce
profumo di rosa
il canto
albe strazianti
e fantasmi a cavallo

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • antonina il 31/05/2015 15:11
    La solitudine ci riporta il silenzio, ora opprimente se paragonato alla nostra fanciullezza spensierata, rumorosa. Un velato desiderio di rinascita. Molto bella, un abbracci! Ninetta.
  • Vincenzo Capitanucci il 31/05/2015 09:21
    quanti tipi di silenzi abbiamo.. silenzi interni e silenzi esterni silenzi d'abbaino e silenzi che abbaiano.. .. ma l'importante e cavalcarli tutti.. molto bella Ciro..

1 commenti:

  • ciro giordano il 31/05/2015 18:08
    mi conforta, Ninetta, la tua interpretazione, e ti ringrazio... Si Vincenzo, ma certe volte la solitudine è dura, ma è davvero è la chiave di tutto... grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0