accedi   |   crea nuovo account

Giunonico Giugno sei tempo di Ra © colti

- dimmi a quanti metri Ti ho seppellito Amore mio?
Infiniti
Infiniti chilo-metri mia santità mi rispose con una voce singhiozzante ed alquanto appesantita -


Giugno
è
il mese di Giunone

è
tempo di Raccolti di Messi di Feste

i fiori son diventati or frutti or semi

non c'è filo d'erba o spiga che non abbia messo su qualche splendida rotondità
chi nei fianchi chi in seni a forma di coppa

non c'è materia che non porti in sé luce

è
il grande messaggio che ci è stato dato facendoci passare da un religioso lunare ad uno solare

Siete Soli e non lune ci è stato detto

ma le nostre pasque sono rimaste stantie
e lunari

ogni luce che incontra un corpo solido crea ombre

e
sorprese

e
noi

in mani giunte d'attesa

siamo saltati nelle profondità tenebre

E se giù non è dove mai sarà il tempio del sole

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 01/06/2015 08:57
    Hai giocato con professionalità in chiusa... e lo raccolto non potrà che essere vistoso... come l'immensità de la luce che il tutto illumina...
  • roberto caterina il 01/06/2015 07:38
    In cerca del tempio del sole al solstizio per la luce che vive di più nei suoi primi frutti...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0