accedi   |   crea nuovo account

Piccolo fiore (dedica a Alfredino Rampi)

Piccolo fiore,
sbocciato dal destino,
per sei anni vissuti
con la tua istintività,
esuberante d'ingenuità.
Quel giorno fu deciso
come gioco di irragionevole ineluttabilità
per recidere il tuo stelo
e oscurarlo nel pozzo
della paura.
Piccolo fiore sai,
ricordo ancora ogni attimo
della tua agonia,,,
ricordo mani tese e atterrite
per afferrare la tua speranza,
ricordo tutte le ore scivolate
senza che luce potessero trattenerle.
E lì in quel buco fatidico
del silenzio hai respirato
la tua fine.
E noi raccolto solo lacrime
della tua immensa voglia
di tornare ad abbracciare
la vita
mentre tu piccolo fiore
staccavi i tuoi petali
e li posavi sulla terra
che chiedeva perdono
per averti vincolato così,
senza mai capire perché..

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/06/2015 18:20
    Dimenticarlo... è impossibile. Versi encomiabili Mariella... Lieta serata.

4 commenti:

  • mario il 02/11/2016 18:26
    Alfredino.
    Indimenticabile nel mio cuore.
  • Anonimo il 24/08/2015 07:11
    La fatalità... la fragilità di un piccolo fiore reciso, la morte come trappola nel pozzo... un delicato ricordo dell'evento più triste cui, io allora pure piccolo fiore e bimba, ho dovuto assistere nelle cronache tristi del tempo... toccante
  • Stanislao Mounlisky il 12/06/2015 09:12
    Era il 1975... Sono passati venti anni... ma non nel nostro cuore...
  • Ellebi il 12/06/2015 01:21
    Dedica molto bella davvero. Chi ha visto quella cronaca difficile possa dimenticare. Complimenti e saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0