accedi   |   crea nuovo account

Maledizione

Addiziono
sottraggo

senza dividere

moltiplico

fortune vite guai e frutti

a Guzzino e a Cardellino d'alba
è passato un tram in moto che non si è mai fermato nel suo stridente cigolio

come
aprivamo gli occhi a tartufo la nostra anima era ferita da embolie a stantuffo

dipese da una mala distribuzione
e
da una cattiva dizione spillante

Maledizione

salivazione

non abbiamo mai imparato ad ascoltare le querce e a parlare con la voce ghiandolare del cuore

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/06/2015 07:41
    L'hai decantato: Eh se imparassimo a parlare con la voce ghiandolare del cuore... quanti aurei raccolti ci troveremmo...
    Sensazionale...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0