PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

ENERGIA CREATIVA

Per favore, tacete,
non ho orecchie per angeli e demoni,
soffro gli odori di incensi,
il fumo di candele votive,
prediche, sermoni, litanie.
Non parlatemi di castighi eterni,
di luminosi, accecanti futuri,
non datemi gratuiti sensi di colpa:
non sento alcun bisogno di espiare
per esser venuto al mondo
e vissuto sempre cercando il meglio.
Son sereno così. Io l'assoluto
non ho bisogno di cercarlo in cielo,
in feticci trafitti da penose spade,
in petti squarciati e sanguisanti.
Pura energia, lo vedo attorno a me,
nel sole, nella luna e nelle stelle,
lo riconosco nella rigenerante primavera,
nei colori dei fiori, nella fecondità dei campi,
nella forza del mare e nel turbinar del vento,
nell'ordinato alternarsi delle stagioni
e nel costante rinnovarsi della vita;
lo riconosco in te, madre natura,
che dal tuo seno ci hai estratto
e nel tuo seno ci disperderai.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • TIZIANA GAY il 14/02/2008 10:32
    Sì è VERO BASTA GUARDARSI INTORNO PER RICEVERE L'ENERGIA DELLA NATURA :VERA, SINCERA E IMMENSA
  • Dorian Gray il 09/10/2007 20:37
    Molto piacevole la tua poesia. L'ho letta diverse volte, merita davvero.
  • sara rota il 09/10/2007 19:45
    Ho gradito la seconda parte, ma non la prima... un po' polemica...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0