accedi   |   crea nuovo account

Estate

Lenzuola di lino fruscianti
a carezzar la pelle
candide come neve
a purificar pensieri
E canti di cicale
senza riposo
a cadenzar le notti
L'amore caldo e unico
come sole allo zenit
ci sveglia l'inverno
dentro agli occhi
Portiamo tra le mani
il nostro io
risvegliato forse
dal mare limpido e profondo
dei desideri
Raccogliamo avidi
le conchiglie del ricordo
sulla spiaggia nota
del nostro animo
E continuando il cammino
lasciamo piccole orme
dietro di noi
Con leggerezza
quasi a non far sentire
il nostro peso
a questo presente...

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/07/2015 18:28
    Una ghirlanda di fiori appena colti nel campo dei miei paraggi per questa tua eccezionale.
  • Rocco Michele LETTINI il 17/06/2015 14:18
    ORME ESTIVE... CHE RESTERANNO PER SEMPRE... NEL RICORDO PIU'... INTENSO...
    VERSI PREGEVOLI... SARA' LA DOLCE STAGIONE A DETTARLI?
    IL MIO ENCOMIO A *****...

2 commenti:

  • Marysol il 04/07/2015 19:25
    Grazie dei fiori Don... arrivati sino a qui..
  • Marysol il 17/06/2015 14:29
    Grazie Rocco, sempre attento e garbato.
    Buona giornata a te

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0