username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Gelida notte

Era di notte e fuori nevicava,
avevo un male in cuore assai pungente,
che mi toglieva il sonno e lentamente
mi dilaniava il petto e lo scavava.

Sotto la calda piuma tormentava,
con gli occhi aperti non vedevo niente;
stava nascosto in fondo alla mia mente
e il corpo, rattrappito se ne stava.

Silenzio e quiete, candida la via,
infondono una pace che assicura
un facile ritorno all'allegria.

Rimane solo mesta nostalgia,
d'un tempo in libertà senza le mura,
prigione della mia malinconia.

Negli occhi la malia,
non guardo indietro e stringo la tua mano,
seduti insieme stretti sul divano

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 20/06/2015 11:35
    Un plauso dovuto e sincero per questa tua eccelsa.
  • Vincenzo Capitanucci il 20/06/2015 05:19
    Silenzio. e qui-e-te.. sono la candida via.. assicurano un facile ritorno all'allegria..
  • Rocco Michele LETTINI il 20/06/2015 00:57
    GELIDA NOTTE... FEDELMENTE RIPRESA... IN MEDITATO QUANTO STRAORDINARIO VERSICOLATO SERENO WEEKEND VER...

3 commenti:

  • Antonio d'Abbieri il 20/06/2015 12:41
    Un altro capolavoro da cui imparare. Complimenti.
  • maria angela carosia il 20/06/2015 12:37
    Davvero ben strutturata, complimenti!!
  • Ellebi il 20/06/2015 00:29
    Composizione che ho assai apprezzato. Complimenti e saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0