PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Due mari

Nato sul mare
L'ho visto sempre lontano
Inaccessibile con il suo carico imprevedibile
E cupo: "o' mare"
Che scuote l'anima
Oggi forse più di ieri

La terra invece è la mia festa
Che si fa lunga
Nelle raccolte
Dove ogni Dio ha un suo piccolo sorriso
E canta con una lieve voce
Troppo acuta quando l'acqua è stata poca
Grave e soddisfatta nei frutti corposi

E le stagioni
Sono state fissate
Perché niente cambi
E la mente conservi la saggezza
Nelle diverse età
Nessuno pensa di essere un Dio
Nell'autunno maestoso degli ulivi
E la follia è un'accettabile sorpresa
A volta bella

Ma nel mare dove tu sei nata
È tutto così diverso
Un guizzo di vita
Una musica allegra e sottile
Una luce che sa essere fortunata
E cambiare in un attimo
I sogni
L'amore nasce così.

 

3
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/06/2015 12:38
    Ma che bella! Mr. Caterina!
  • Don Pompeo Mongiello il 20/06/2015 11:43
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua bellissima!
  • Vincenzo Capitanucci il 20/06/2015 10:41
    Molto bella Roberto.. due Mari.. a ricordarti.. la saggezza nelle diverse età .. tra due mari.. a me ricorda la città di Tolosa.. una caramella rosa.. a metà strada tra la furia dell'Atlantico e la dolcezza del mediterraneo... dove la sera con dei ragazzi arabi.. giocavo con le arcane carte dei tarocchi... ..
  • Rocco Michele LETTINI il 20/06/2015 08:39
    L'amore nasce così... Espressivamente pregevole... Poetar dell'anima Roberto... Lieto weekend...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0