PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Atena

Si dividono le vesti,
per palpare seni e cosce
di Atena madre,
già ridotte brandelli.
I capezzoli scuri si offrono,
lento dondola il ventre
non eros lo muove
ma coliche d'economia
dove cultura e madri e cuori
non leniscono i dolori.

 

l'autore silvia leuzzi ha riportato queste note sull'opera

Ispirata alla situazione greca


3
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 23/06/2015 10:15
    Una poesia orecchiabile da leggere tutta d'un fiato. Aggiungerei che rispetto alla pur difficile situazione greca, c'è anche di peggio in Africa e in Asia, soltanto che in quei luoghi non c'è l'euro.
  • Rocco Michele LETTINI il 23/06/2015 07:27
    Atena rapita... da voglie maligne... Acuto... come sempre... nel tuo "savio" che... ti caratterizza...
  • Vincenzo Capitanucci il 23/06/2015 06:53
    Atena stuprata... da coliche intestinali...

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 05/07/2015 11:57
    Grande Stan grazie
  • Stanislao Mounlisky il 02/07/2015 16:40
    Che i fulmini di Zeus inceneriscano chi ha portato la popolazione greca in questa voragine...
    Ciao. Stan
  • silvia leuzzi il 24/06/2015 08:56
    Sono d'accordo con te Vincent, ma vedi la situazione greca è una metafora di quella italiana. La situazione africana merita parole che sanguinano... grazie amico per il tuo commento
  • silvia leuzzi il 23/06/2015 09:06
    Grazie Vincenzo sempre generoso, devo leggere le ultime tue cose che non ho avuto proprio tempo in questi ultimi tempi. Rocco è un caro amico e la sua gentilezza d'animo e di pensiero mi lusinga.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0