accedi   |   crea nuovo account

Sopra vissuti di asfalto

Sapevamo entrambi che il tempo spiana e asfalta deturpando di bitume
anche i più graziosi sentieri di campagna

ogni giorno
nell'angolo più remoto e selvaggio dei nostri corpi

ci incontriamo

modellando
alla nudità minerale dei nostri piedi

presenti
di mine reali

lindi di sole
esploriamo
sentori esplosivi intinti di fiori

calori d'acque
accarezzate da mani parlanti donano alle nostre più intime labbra sacre effervescenze naturali

sfuggendo
da quelle bambole asessuate

mortificate nell'anima

infiammabili
soltanto in un decoro indecoroso di plastiline

amori
così superficiali da sembrare polveri bagnate

celluloidi

di spenti fuochi
artificiali

Il Tuo triste sguardo fin dalla mia più tenera infanzia mi raggiunge stuprandomi gli occhi
e
stavo ancora soltanto giocando

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/06/2015 07:30
    Sentori esplosivi intinti di fiori... È la poesia del profumo che cattura... Fantastico Vincè...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0