PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dove tu sei... ti porto indietro... (a mia madre)

In un tramonto
ho visto i tuoi occhi
Nel fragore di un'onda
ho udito le tue parole
Nella mia mente son ferme
le immagini dell'ultima volta...
Quale prezioso tesoro
chiuso in uno scrigno di sole...
Nel cuore non sbiadisce mai
il dolce ricordo di te...
Sulle mani mie
sento sempre la carezza tua
Nelle pieghe del tempo
resta per sempre impigliato
il desiderio del sorriso tuo
Aleggia ancora intorno
tra le spire del giorno
la presenza tua
Ed io mai paga
di tanto passato
di tanto presente
ti porto indietro
guardando una foto
impressa nella memoria
ove nulla mai
potrà scolorare...

 

0
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/07/2015 18:12
    Un plauso ben meritato e dovuto per questa tua straordinaria.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/07/2015 06:27
    Eh la mamma... Dal cuore... l'affetto indefinito! Straordinariamente adorabile Maria... Lieta giornata

8 commenti:

  • Marysol il 04/07/2015 08:53
    Grazie a te Ugo, per l'attenzione e le belle parole.
  • Marysol il 04/07/2015 08:50
    Don, sempre presente e gentile, grazie a te
  • Marysol il 04/07/2015 08:49
    Grazie Rocco, indefinito davvero... l'amore per la mamma non diminuisce mai...
  • Marysol il 04/07/2015 08:48
    Grazie Rocco, indefinito davvero... l'amore ler la mamma non diminuiscel mai.
  • Marysol il 04/07/2015 08:47
    Grazie Rocco, indefinito davvero... l'a. ore ler la mamma non diminuiscel mai.
  • Marysol il 04/07/2015 08:45
    Buongiorno Duliamo, e grazie a te per il bellissimo commento!
    Si è vero, nell'anima lei è sempre presente, e sono contenta di averti evocato cosí vivo il ricordo della tua...
    Purtroppo, pensiamo che i nostri genitori siano eterni, quando ci lasciano ci accorgiamo che non era cosí. Ed è allora che i ricordi si fanno più forti, custoditi per sempre nella nostra memoria...
  • Anonimo il 04/07/2015 05:35
    Bella poesia, la mia poesia, versi nelle mie corde, argomento a me caro, anzi carissimo... sì, ci riesci a riportarla indietro, e non solo, sei riuscita a far portare indietro anche la mia che amavo tanto... tanto da essere quasi convinto di soffrire del complesso di Edipo, convinto da giovane di non poter amare altra donna all'infuori di lei... e invece ho con le donne un bellissimo rapporto, merito suo, così almeno mi ha confidato Nietzche in un suo aforisma.
    davvero bella questa poesia...è piaciuta anche a Giacomino, anzi lui l'ha apprezzata ancor più. Il complesso di Edipo... un suo racconto, leggilo e capirai...
    Kalimera.
    P. S. credevo che scolorare fosse sbagliato ( scolorire)... invece lo usava anche Leopardi, è accettato dal Treccani e altri dizionari ed inoltre è più poetico... mi piace.
  • Ugo Mastrogiovanni il 01/07/2015 16:17
    Dolce, sincera, armonica, per una mamma eterna.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0