PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non prego più i santi

Non ti penso più
non sei più il mio pensiero ossessivo/recidivo
che mi martellava la testa
e mi distruggeva.

Non ti spio più
stai scomparendo
senza lasciare alcuna scia,
sbiadito come la tua immagine
come la tua foto appesantita,
irriconoscibile.

Finalmente ti guardo e non ti vedo
non mi susciti più niente.

Finalmente capisco che non sei più quello che credevo,
che non lo sei mai stato.

Ti ho inventato
ti ho idealizzato
ma tu sei sempre rimasto, stato, un'altra cosa.

Finalmente non prego più i santi

Amen.

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/07/2015 16:44
    I Santi hanno un corpo non più terreno, ma si pregano perché sono espressioni di un Bene divino. Riconoscere la differenza tra la carne e lo spirito aiuta a riacquistare la pace dei sensi. Questa è libertà.
  • Stanislao Mounlisky il 10/07/2015 15:51
    Un giorno, inaspettatamente, il miracolo avviene... ci si libera da un'ossessione e si riprende la propria vita in mano...
    Quanto dolore, prima, ma ora... che sollievo!
    Bravo! Stan
  • antonina il 10/07/2015 10:09
    Bene! sei deciso, hai maturato la tua scelta.. e ce la trasmetti con vigore, come colui che è pronto ad andare avanti senza rimpianti. Che bei versi!

1 commenti:

  • frivolous b. il 13/07/2015 09:55
    Non credo nei santi punto! eheh

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0