PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bambina

La bianca pelle e la luce che emanano i tuoi occhi,
piccola, vestita di tenere mani,
cosa vuoi dirmi?
Il tuo incerto cammino si scontra ogni notte col mio, bambina,
e ogni notte le tue piccole mani si aggrappano a me
con la leggerezza del sogno, cerchi il tuo nido,
lontano dall'odio del mondo.
Ti lasci vestire di rosa e poi, come se fossi la tua mamma, mi sorridi,
e con la dolcezza degli angeli, mi parli.
Chi sei, piccola?
Sarò io, un giorno, la tua mamma?

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 15/07/2015 17:45
    Dolcissima maternità sognata in versi che si sciolgono in una tenerezza infinita. Molto bella, brava

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0