accedi   |   crea nuovo account

Al Padre affido l'anima mia

Ne lo alto de lo Cielo
sempre azzurro,
senza mai essere offuscato
da nubi grigie,
Lo Padre Nostro
protegge tutti noi,
e quella pecorella nera,
trovatala,
al grande ovile la porta,
e purificatala
bianca diviene,
così spero che l'anima mia,
prima che da lo corpo
si stacca e vola,
SIA!

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 15/07/2015 19:38
    Bella poesia che eleva l'anima nel cuore della misericordia di Dio.
    Il sorprendente finale è una grande invocazione.

1 commenti:

  • Ellebi il 15/07/2015 20:40
    Bella Don, una preghiera di umiltà. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0