accedi   |   crea nuovo account

L'inferno è qui

Disteso sul mio letto di braci,
osservo l'inferno attraverso le persiane.
Quale dio potrebbe mai volere questo sfacelo?

Zombie moderni,
i cervelli liquefatti dalla calura,
vagano per le vie come ebeti.

Senza pietà squartano anime,
inebriandosi dell'odore del sangue,
vittime e carnefici.

Ognuno col proprio trofeo,
da immortalare con un selfie,
da postare per amici fasulli.

Gente falsa che non parla... insinua.
Gente falsa che non conversa... spettegola.
Gente falsa che non chiede... esige.

Persone povere di spirito,
che non camminano nella vita,
strisciano.

Disteso sul mio letto di braci,
allungo una mano e chiudo le persiane.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • danio il 16/07/2015 12:39
    Grazie Ellebi, vedrò cosa posso fare
  • Ellebi il 15/07/2015 20:56
    Si tratta di una visione, magari sei un profeta come quelli biblici, ma non chiudere le persiane, le visioni possono continuare e i profeti hanno il compito di raccontarle. Complimenti e saluti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0