accedi   |   crea nuovo account

Turbe cenozoica

Mi sento
dolorosamente solo

condannato
in un penitenziario del terziario

ai lavori forzati

con un gruppo di straccioni

c'è solo
una bambina che con mani d'anima mi accarezza il cuore e mi calma la sete dandomi da bere la scodella delle sue lacrime

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

straccioni dagli ioni stracciati ..


2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 17/07/2015 10:36
    È il nostro vivere Vincè... Segnato dal fato?
  • Sergio Fravolini il 17/07/2015 10:28
    È un testo toccante... sembra la scena di un film. Mi piace.

2 commenti:

  • Verbena il 18/07/2015 10:46
    Bella e intensa la poesia con un sublime finale che da luce e calore all'animo riarso. Bravissimo
  • Ada Piras il 17/07/2015 21:13
    Condivido il commento di Sergio... la chiusa è straordinaria.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0