PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Moto di dolore

Parigi è bella

e pure la modella

con un moto di dolore lo
spingerò via dal mio cuore

quell'ingrato

mio ammore.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 19/07/2015 18:32
    molto particolare Ada.. Parigi si specchia e modella le sue luci nelle acque della Senna a vote rimangono a volte scivolano via Questi Ammori.. .. .. un frammento della Tua vita.. un film.. mi ha riportato in mente anche Nostalgia di Ungaretti.. grazie Ada

    ..


    NOSTALGIA

    Quando
    la notte è a svanire
    poco prima di primavera
    e di rado
    qualcuno passa

    Su Parigi s'addensa
    un oscuro colore
    di pianto

    In un canto
    di ponte
    contemplo
    l'illimitato silenzio
    di una ragazza
    tenue

    Le nostre
    malattie
    si fondono

    E come portati via
    si rimane.

1 commenti:

  • Ada Piras il 19/07/2015 21:01
    È molto bella... grazie Vincenzo anche a te.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0