accedi   |   crea nuovo account

Umanità e uomo

Non ci saranno fiumi o laghi
per essere liberi
per i pesci dalla livrea
rosso
dorata
gialla
calica
o di altri colori.

I fiumi e i laghi
sono inquinati.
Il pesce non indigeno potrebbe uccidere quello autoctono.

Il pesce dalla livrea
rossa
dorata
gialla
calica
o di altri colori
è una creatura dell'uomo.

Molti splendidi pesci
dalla forma bizzarra e/o artistica
potrebbero estinguersi in natura.

Se tutto quello che non è naturale dovesse estinguersi
tutto dovrebbe estinguersi:
Umanità e uomo
compresi.

 

2
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/07/2015 14:52
    Una considerazione tutta tua Don che lascia discutere. Il mio elogio.

5 commenti:

  • frivolous b. il 25/07/2015 11:09
    Da qui nasce la mia riflessione, ovvero:in un mondo completamente e continuamente manipolato e plasmato(a suo uso e consumo/immagine e somiglianza) dall'uomo ha davvero senso 1 discorso del genere? e soprattutto se io decido di allevare pesci rossi considerati, a torto, OGM (tra l'altro gj unici che possn stare negj acquari, seppur, lo stesso mlt grandi) devo essere considerato 1 mostro? kmq lettini m sa ke mi ha confuso con qualcun altro!
  • frivolous b. il 25/07/2015 10:55
    Oddio che gaffe misaribile! Grazie Stan, preziosissimo!... kmq sta poesia nasce da una discussione mlt stimolante avuta con un mio caro amico su pesci rossi, in particolare quelli eteromorfi(ovvero quelli che a seguito di incroci, selezioni, mutazioni genetiche naturali a opera dell'uomo hanno una forma diversa rispetto al "rosso" comune), che io adoro. x farla breve lui sostiene che i pesci rossi stanno meglio liberi nei fiumi. allora io gji ho fatto notare che gli eteromorfi in natura potrebbero aver vita breve, e lui ha risp: "visto che in natura non esisterebbero tanto vale che si estiguano"
  • Stanislao Mounlisky il 24/07/2015 18:13
    Poesia criptica per un animo semplice come me che credeva che indigeno e autoctono fossero sinonimi.
  • denise il 24/07/2015 16:02
    io invece l'ultimo paragrafo lo interpreto in un altro modo.. ormai di naturale e 'umano' abbiamo ben poco, siamo ormai più androidi che esseri umani e non è un avanzamento positivo il nostro ma porta all'autodistruzione
  • Ellebi il 24/07/2015 12:45
    Trovo difficile capire l'ultimo paragrafo, e poi cosa è naturale e cosa non lo è? L'uomo non è naturale? Le specie si estinguono ai tempi nostri, e si estinguono quasi in toto per volontà o distrazione dell'uomo, oggi, ma anche ieri si estinguevano, anche se l'uomo ancora non c'era, pensa ai dinosauri. Ci sono fiumi e laghi inquinati e ce ne sono non inquinati, ci sono fiumi e laghi che ieri erano inquinati e oggi, per merito dell'uomo, e oggi non lo so più. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0