PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al calar della sera

All'orizzonte indugia il sole ombroso,
il cielo viola imbruna e il nostro cuore
s'acquieta nel veder che il giorno muore
sotto il cielo stellato e misterioso.

La notte stende il velo silenzioso
e avvolge i turbamenti nel torpore;
riposano le membra nel tepore
di questo avvio d'Estate sì odoroso.

Si spengono i colori nel giardino
ed ogni fiore china sullo stelo
alzando il capo all'alba del mattino.

Tu dormi ed il tuo viso di bambino
sorride agli angioletti del tuo cielo
la guancia tonda posi sul cuscino.

Canto soave di mamma; con carezze
ti accomoda la coltre e ha tenerezza
negli occhi suoi amorosi.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/07/2015 15:18
    Mi ricorda la ninna nanna della mamma... Tenerissima et... pregna di dolcezza.

2 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 12/09/2015 18:42
    È proprio come dice Rocco: si percepiscono, fin quasi a toccarli, l'affetto e la dolcezza della mamma che mette a far la ninna il suo bambino nella tiepidità di una sera di inizio estate.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/07/2015 09:38
    con carezza Ti accomoda.. chi ha tenerezza nel cuore.. esattamente come si fa con un bimbo.. o con i versi di una poesia.. al calar della sera..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0