PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non son degno di te

Le tue mani affusolate
i tasti del piano
delicate sfiorano,
ed è già musica
che in visibilio
i miei sensi
mandano,
come mammalucco
ascolto,
e nei cieli più alti
mi sento vibrare,
per poi essere
in connubio
con quel tuo Io sublime.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/07/2015 18:58
    Troppo sincero. Resta però il tuo grandioso cuore.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0