accedi   |   crea nuovo account

La casa dell'Amore ( pantheon)

Al Tuo cospetto
dove tutto è Dio
scardinai
le porte dei miei mutismi

feci di grandi solitudini
il petto del nostro giardino

scavai
i miei occhi introversi
per contenere lembi di cielo

un volo di versi tra specchi e cristalli in cui estasiarci di vento e di sole

e
piogge di rose

 

3
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 29/07/2015 08:58
    Saggezza dai tuoi versi... Un dovere, rifletterci!
  • roberto caterina il 29/07/2015 08:23
    Voli di versi in occhi introversi in cui l'estasi e la parola possono penetrare.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0