accedi   |   crea nuovo account

Piano piano

Quando te ne andasti
mi misi sulle mani del tempo
medico pietoso
per affrancarmi
dalla schiavitù di pensarti
sempre

liberandomi poco a poco
del tuo amaro dolce veleno
che pur non uccidendo
debilita e annichilisce.

Pian piano
pur se eterni mi parvero
le ore e i giorni
la nostalgia di te
perse consistenza

mi ritrovai
più calma e serena
provando compassione
per gli uomini come te
che consumando sentimenti
sanno far cenere di legni preziosi.

Pian piano
avendo allontanato
quel morboso desiderio
di possedere il tuo corpo
amico di notti di sole
tutto rientrò nel quieto ordine
della mia anima.

Ora finalmente
di notte vedo una rotonda luna
non più offuscata da nuvole gonfie
che pur se fredda e lontana
m'invita a sognare ancora.

 

4
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 07/08/2015 17:14
    Ben tornata Loretta con questa tua non più offuscata da nuvole gonfie...
  • frivolous b. il 05/08/2015 08:53
    una poesia di un legenate di una raffinatezza... unica! Complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 05/08/2015 08:42
    Stupendamente dall'animo più nobile.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/08/2015 08:17
    Ben tornata l'Or... purtroppo sappiamo far cenere da legni preziosi.. ora rotonda è la luna.. simbolo di un'anima capace di riflettere la luce solare.. e di nuovo... sognare

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 18/08/2015 08:35
    Sogna! Sogna! Senza smettere mai! Ciao, Fabio.
  • antonio pascarella il 05/08/2015 14:15
    raffinata e piena di anima
  • Marysol il 05/08/2015 08:43
    Buongiorno Loretta, dimenticando chi non ha colto la grandezza del tuo amore, ti rassereni e vedi il cielo con altri occhi...
    Che il futuro s'azzurri per te, in cuore e in mente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0