username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'apnea dell'anima

Esiste una dimensione dove l'anima si muove parallela, e il corpo, la materia sembra fluttuare. Ove ciò che giace distrutto e tace si ricrea. Ad occhi chiusi tratterrò il respiro, per scivolare dentro l'anima mia come se fossi in apnea, come se fossi in
Fondo al mare. Posso nuotare, scavare in fondo, cadere giù. L'anima trasforma ciò che desidero, l'acqua in terra, posso sognare la mia realtà come mi pare. E ' l'apnea dell'anima, è il sogno che si avvera. Tu sarai sempre l'unico desiderio, l'eco dei miei pensieri. Il faro del mio futuro, del mio presente e del mio ieri. E sarai sempre tu a riportarmi in superficie, potrò lasciare andare il mio respiro, riaprire gli occhi. Vedo la luce ovunque brillare in ogni goccia di questo immenso mare, posso lasciarmi andare libera sospesa tra le onde, Il vento mi guida all'orizzonte e non ho più paura di affogare. Galleggerò sul filo delle onde, leggera come le emozioni mie più pure. Raggiungerò le sponde che, come le tue braccia forti e sicure mi abbracceranno per riemergere dal fondo delle mie paure, le più profonde. In apnea ho trattenuto il fiato, ho chiuso gli occhi, vorrei riaprirli e perdermi nei tuoi che sei l'inizio e la mia fine, che sei il mio oggi e domani, sarà il vento, il tuo sospiro a guidarmi fino all'orizzonte. Lasciami piangere perle di lacrime mi accarezzano il viso. Lasciami andare, se proprio devo, col cuore in pace. Lasciami vedere ancora il tuo sorriso.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0