accedi   |   crea nuovo account

Germogli secchi

Ho visto Dèi incarnarsi e morire sui bordi della strada, ignorati dalla gente che passeggiava per le vie piene di luci e negozi.
Ho sentito voci gridare per farsi ascoltare dalle più scure e remote strade dell'inferno, silenti alle orecchie di molti.
Ho annusato l'odore acre dei falsi idoli, delle discoteche e dei ritrovi per gli scambi di coppia e una divinità piangente nascosta dietro le tende a chiedersi il perchè del decadimento aspro e insoddisfacente al di la del velo di raso rosso.

Gli uomini, mai altre entità, hanno distrutto ciò che doveva davvero essere. Ciechi, sordi, ignoranti...
Sarebbe stato un florido giardino, questo mondo. Ora è solo roccia nuda.
E lo pagheremo questo, fino all'ultima moneta di vita. Fino all'ultimo seme.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0