PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Intimità

una meta così ambita
dentro giorni di così dorata noia
il figlio dell'odio
il figlio della violenza
dove sei
cuore?
se potessi trovarti
compirei la tua vendetta
su di me
la tua assassina
madre mai
per te
ucciso dalla vergogna
di chi non sa
cos'è l'amore
ma se potessi riaverti
se tu
potessi vedere
ciò che sono
senza te
sarebbe ancora odio?
io credo pena
per una madre che non è mai stata
che brucia il tempo
perchè la fine arrivi prima
per ripulirsi del peccato
di una oscura agonia
che mai abbandonerà
lo spirito vanescente
di chi sa
essendo madre
che del figlio
non è mai risorta

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Fravolini il 20/11/2016 07:59
    È si solo dorata noia... forse la più bella di tutte.
  • Don Pompeo Mongiello il 08/08/2015 11:57
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria davvero!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0