accedi   |   crea nuovo account

Tibet il Bardo della Risurrezione celeste e del Dolore terreno

Il Bardo
Todol

aggiunse
con ultimo canto una lamina d'oro al sacro libro dei morti

immolò
la sua anima di lama nella fiamma di mille soli

chissà
se raggiunse la liberazione dei suoi monti nel nostro ascolto

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/08/2015 11:13
    Cotanta luminosità da nuove albe si serenità.
  • Sergio Fravolini il 06/08/2015 10:31
    La rinascita mi piace molto bella.
  • roberto caterina il 06/08/2015 08:54
    Tra morte e rinascita la luce del Bardo Todol, molto bella.

1 commenti:

  • Anna G. Mormina il 06/08/2015 10:33
    ... una lamina d'oro al sacro libro dei morti, immolazione della propria anima...
    ... nessuno potrà mai avere la certezza di cosa accadrà al momento del distaccamento della nostra anima quando verrà la morte... a me piace pensare che sarà una esperienza straordinaria... quindi. si,
    " raggiunse la liberazione dei suoi monti.."
    Grazie Vincenzo, ho cercato, mi sono documentata,... ho appreso cose che conoscevo solo 'relativamente'... bellissima!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0