accedi   |   crea nuovo account

Poesie mediche: odontoiatria

E una poesia non ha mai una bocca sdentata
Aspira alla perfezione del bianco
Agli impianti di titanio
Sofisticati fili
Che legano
In alto
I cuori
Ma
Poi
Sa di fango
E tabacco ogni
Fatica che va dal
Provvisorio al definitivo
E sovviene il ricordo di artigiani
Orafi mitteleuropei lavoro paziente
Tra resina e oro: Utile ma non sempre bello.

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 11/08/2015 15:39
    Aspira alla perfezione del bianco... eppure crea carie sul foglio di carta.. fili di titanio... sofisticati.. che per un attimo creano un buon alito.. ma poi... lasciano un sapore di fango e tabacco.. tra resina e oro.. non sempre bello da vedere.. certo non erano affatto belli quei denti d'oro.. simboli di manifesta ricchezza.. che piaceva molto ai tombaroli..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0