accedi   |   crea nuovo account

Poesie mediche: otorinolaringoiatria

L'angelo era un po' sordo
Magnifico. Proprio a
Me doveva capitare
Mi tocca di gridare
Nella mia mente
Nei miei
Sogni

Ogni poesia ha un
Suo sordo sospiro
L'entusiasmo?
Aver tolto il
Cerume

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 12/08/2015 16:21
    Qui è il caso del sordo, che dice sordo a chi gli sta vicino, eppure grida ad alta voce, ma è anche cieco non vedendone la bella scrittura, magari, vedendoci rosso, vede un la sottolienato, al posto del là, voluto.
  • Rocco Michele LETTINI il 12/08/2015 07:28
    C'È DA TOGLIERE MOLTO CERUME IN TANTI DI NOI, SORDI AL SOFFRIRE ALTRUI... STRAORDINARIO VERSEGGIO ROBERTO... LIETA SETTIMANA
  • Vincenzo Capitanucci il 11/08/2015 15:24
    Cosa c'è rum nella poesia.. ? è vero siamo un po' sordi... e non so se l'hai notato.. Roberto gli Angeli bisbigliano.. devi quasi mettergli l'orecchio in bocca per poterli sentire..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0