PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Labbra a secco di baci

A secco di baci le mie labbra,
come un terreno arido in un periodo afoso.
Avrei bisogno di un pieno d'amore,
per percorrere ad occhi chiusi una strada in salita.
Non ti sto chiedendo più forza o fiducia,
ma solo l'amore che tanto desidero dal tuo cuore.
Soffrono di siccità le mie labbra,
che resistono a stento in una insperata attesa.
Sono a secco di baci ma straripante dei tuoi abbracci,
non riesco comunque a fare a meno neanche di quelli.
Sono pronto a rivivere l'amore, ma solo con te,
non vorrei immaginare nessuna a cui dare la mia mano.
Non mi va di sognare un'altra persona a cui regalare un sorriso,
non mi va proprio, mi va di dare tutto ciò che posso offrire a te.
A secco di baci le mie labbra,
il problema che sono i tuoi che aspetto;
nulla di più.

 

1
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marco Galvagni il 12/09/2015 00:40
    Molto bella e intensa. Questa poesia esprime in maniera compiuta un vissuto amoroso in cui c'è un disperato bisogno di baci ed anche il desiderio di ricevere tali baci da una sola persona perchè esiste un'unica donna che conta veramente.
  • silvia leuzzi il 16/08/2015 22:22
    L'estate bollente trova giusta rappresentazione in questi versi che traboccano di passione fresca e giovane come te, nei quali il deserto e l'aridità delle labbra sono solamente una sensazione, che il tempo ti restituirà in forma di ricordo, che accompagnerà la meno passionale maturità.
  • Don Pompeo Mongiello il 16/08/2015 18:12
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua straordinaria.
  • Vincenzo Capitanucci il 16/08/2015 13:04
    molto bella.. Gianni.. quando la Tua bocca si spegne.. inizia.. il mio deserto..

4 commenti:

  • silvana capelli il 24/08/2015 08:48
    Attesa di salubre sete, come la terra in questo periodo di siccità. Caro Gianni, così come l'acqua ha dissetato la terra arsa del sole, auguro anche a te che si avveri quello che desideri per dissetare l'arsura della tua bocca. Non dubitare; Arriva prima o poi, coraggio. bellissima, il tuo amore donalo con gioia.
  • loretta margherita citarei il 16/08/2015 18:26
    belle metafore, bravo poeta dell'amore
  • Rocco Michele LETTINI il 16/08/2015 12:03
    Piacevole sequela letta con interesse. Straordinarietà dalla strofa di chiusa. Serena Domenica Gianni.
  • Marysol il 16/08/2015 12:00
    Arriveranno Gianni, colei che tu attendi è prossima a saziare la tua sete. Quanta passione nei tuoi versi..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0