PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Grandi amici

E ciò che è Tutto
quasi mai è ora
o subito.
A poco a poco
si diventa Tutto

Lo sanno molto bene
le fate e le ragazze
da cui vanno a scuola

Il Nulla, invece, è più sfuggente
Lo si apprende da vecchi maghi
su colline fiorite
o dal vento eccellente che accompagna
ogni affanno

Ma soprattutto non bisogna dare retta
agli psicologi romantici
quelli del Tutto o Nulla
Tra loro c'è il Poco e il Molto
E sono grandi amici.

 

1
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/08/2015 16:27
    Condivisa ed apprezzata, non ho quindi nulla da eccepire.
  • Rocco Michele LETTINI il 18/08/2015 11:20
    Un pregno di saggezza dalla tua innata maestria. Felice giornata Roberto.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/08/2015 07:23
    Non nacque Eros... da Poros.. che vorrei leggendoti definire il Tutto.. e da Penia.. la miseria.. ora divenuta nulla.. ma come divennero grandi amici ed amanti.. quando il tutto inebriato di sé si addormentò su un prato.. e si fece cogliere.. a poco si diventa Tutto.. ( ho condiviso su fb Radici di parole )

3 commenti:

  • Anonimo il 18/08/2015 12:27
    Bella e originale, filosofica direi senza per niente essere pesante, anzi... piaciuta molto
  • bruno guidotti il 18/08/2015 10:18
    Veramente bella questa poesia, e poi è saggia, ti invita all'introspezione, con eleganza ed inteligenza, bravo.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/08/2015 08:54
    Il Nulla, invece, è più sfuggente
    Lo si apprende da vecchi maghi
    su colline fiorite
    o dal vento eccellente che accompagna
    ogni affanno

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0