accedi   |   crea nuovo account

A Rossana

Un guscio di legno
ti nasconde allo sguardo del mondo
come se mani d'uomo
t'avessero fatto una tana tutta per te
dove ritirarti per un lungo letargo.

Tesoro, Tesoro, Tesoro
ripetuto più volte squarciarono un velo
colsi la tua dolcezza, il tuo fare materno
capii la buona ninfa che ti scorreva nelle vene
. . . la vita continuava a sorprendermi.

Avrei voluto rivedere il tuo volto
ricordare l'ultima graffiante battuta
come quella che pronuncia l'attore
prima di congedarsi dal suo pubblico
invece sei scomparsa dietro le quinte!

Un auto grigia t'accompagna presso una nuova casa
lì ritroverai i vecchi affetti, lì riceverai tutte le risposte
non soffrirai più di niente, un paio d'ali azzurre avrai
l'Angelo Custode di mio figlio ti saluterà con gratitudine:
Tesoro! Tesoro! Tesoro! Benvenuta!

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 22/08/2015 07:22
    Bellissima Fabio.. le Tue parole l'accompagnano splendidamente..

2 commenti:

  • Anonimo il 22/08/2015 04:51
    Un guscio di legno ti nasconde... il dolore palpabile di un addio espresso con una delicatezza commovente...
  • Gino il 21/08/2015 17:37
    È un estremo addio delicato e commovente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0