accedi   |   crea nuovo account

Grazie

Il caffè che fa mia madre è sempre stato
un buon caffè. Ne ho sorseggiato qualche
goccio poco fa e mi è sembrato di tornare
indietro a quando tutto era ancora sereno.
Perde un po' la poesia quando è influenzata
dall'emozione. Lo scrittore dovrebbe essere
come un chirurgo che tira fuori dall'inguine
del dolore la ciste che ha causato tale strazio.
Eppure non possiamo fare a meno d'emozionarci
quando scriviamo di ciò che in qualche modo ha
toccato la nostra interiorità.
Bevo ancora un sorso di quell'ottimo caffè che
ha fatto mia madre e voglio congedarmi con un ringraziamento
e una promessa. Grazie mamma, grazie per tutto quello
che hai fatto per me in ventisei anni di vita.
Te lo prometto, vedrai che le cose si sistemeranno.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/08/2015 07:27
    Grazie mamma... detto con amore, con affetto... sinceramente...
    Il tuo buon caffè è sempre fumante... per dire che la vita... è sempre un continuo... e ogni piccolo o grande disguido sarà sempre sistemato... Intelligente verseggio...
  • Vincenzo Capitanucci il 23/08/2015 07:06
    Poesia è trasmettere una emozione.. e più questa nostra emozione è figlia della nostra interiorità .. più è stata vissuta.. più tocca.. l'anima delle persone che molte volte vi trovano corrispondenze.. Te lo prometto, vedrai che le cose si sistemeranno...

1 commenti:

  • roberto caterina il 23/08/2015 08:25
    Carina l'idea del caffè della mamma e forse anche di altri caffè come quello di Eduardo ad esempio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0