PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Teo

Guardo il mio cane spaparanzato
con le palle all'aria sul divano
e penso a quanto sia sottile la distanza
che separa il loro dal nostro mondo.
I suoi occhi sono palle di intelligenza
che volteggiano addormentate nelle orbite
della vita. Non finirò mai di sorprendermi
su quanto la natura, così variabile e incomprensibile
sia in realtà studiata perfettamente per l'uomo.
Mi alzo e lo osservo ancora una volta.
Chissà cosa sta sognando? Chissà se i cani sognano?
E i gerani? Sognano anche loro?
Mi riaddormenterò con queste domande. In fondo so
che la vita non può essere compresa nella sua interezza.

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 24/08/2015 09:08
    la vita è un sogno.. e mentre mi pongo molte domande domande mi riaddormento
  • Rocco Michele LETTINI il 24/08/2015 07:17
    UN VERSEGGIO DA RIFLETTERE... LIETA SETTIMANA FERDINANDO.

3 commenti:

  • Stanislao Mounlisky il 24/08/2015 09:21
    Certo che sogna! Per le piante gli studi sono ancora in atto, per ora si sa solo che gioiscono e/o provano paura. Non siamo unici, nelle primordiali essenze... e questo ci dovrebbe fare riflettere e confortare...
    Complimenti. Ciao. Stan
  • antonina il 24/08/2015 07:27
    Ci siamo tutti e tutti siamo importanti, n questo mondo. Bello Teo, sembra di vedere il mio cane, che mentre sogna galoppa muovendo le zampe. Penso sempre che stia correndo libero in un grande prato..
  • Anonimo il 24/08/2015 07:14
    Apparentemente simpatica e scanzonata, ma in realtà profonda... Noi umani siamo davvero al centro del mondo? Teo chi è veramente... mi è piaciuta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0